TIM… piccherei

Photo: Francesco Giannotti
Photo: Francesco Giannotti

Stamattina ho ricevuto una telefonata sul telefono di casa.
Ho risposto e una voce preregistrata mi ha detto che era il mio gestore telefonico e che doveva darmi informazioni inerenti ai pagamenti. Per farlo, prima di continuare, avrei dovuto inserire le ultime due cifre della mia data di nascita, per controllare se l’età che avevano era giusta. A parte che io non ricordo se gli ho mai dato la mia età, ma visto che quando ho chiamato io altre volte, mi hanno sempre chiesto il codice fiscale, quindi dovrebbero averla.
Non ho risposto e poi la telefonata si è fermata là.
Scusa, tu sei il mio gestore, chiami al mio numero e devi verificare la mia età per darmi informazioni?
Perché lo dovrei fare?
Quando a volte pago le bollette utilizzando il conto di mia moglie, anche se il contratto è intestato a me, perchè non mi chiamano dicendomi che qualcuno ha pagato le bollette per conto mio a mia insaputa?
Non sarà mica un complotto per incastrarmi e farmi fare la fine dell’ex-ministro al quale avevano pagato un appartamento a sua insaputa?
Tra non molto chiamerò io la compagnia, anche per sapere se queste telefonate sono vere e se lo fossero, gli farò i miei complimenti per l’intelligenza di chi le ha ideate.

L’auspicio si avvererà SI o NO?

Il 13/09/2014 pubblicai sul blog quando non era ancora su wordpress, il seguente post:

I quattro mori che compongono la bandiera della Sardegna rappresentano i quattro re saraceni sconfitti dagli aragonesi durante la battaglia di Alcoraz, avvenuta in Spagna. Sono presenti anche nella bandiera dell’Aragona e, con un singolo elemento in quella della Corsica. Considerata dalla tradizione spagnola una creazione di Re Pietro I di Aragona, quale celebrazione della vittoria di Alcoraz (1096). Grazie all’aiuto di San Giorgio (una croce rossa su sfondo bianco era il suo stendardo) sarbbe stata ottenuta la vittoria. Il suo intervento avrebbe lasciato le teste recise dei quattro re saraceni (mori).

Pensando a questa storia ho pensato di fare una bandiera propiziatoria invece che commemorativa, per far si che l’Italia possa salvarsi e rinascere, non necessariamente recidendo teste.

Oggi con il referendum. Chissà se le cose si metteranno per il meglio o se peggioreranno.

Chissà se vincerà il SI e perderemo un altro pezzo di diritto di voto o se con il NO riusciremo a difendere la nostra costituzione antifascista dai nuovi accentratori di potere.

4moricopy

Ex-Otago

Nuovo mondo

Marilyn

Graphic: Francesco Giannotti
Graphic: Francesco Giannotti

Se sei interessato alle stampe di questa e altre grafiche o foto visita: magazzino grafico

Alberto

Fortis

Marilyn

Massima Grafica 07 – Marlene Dietrich

Graphic: Francesco Giannotti
Graphic: Francesco Giannotti

Marlene

Dietrich

Blowin’ in the Wind (1965)

La morte nel cuore

Per una fruizione totale del post, premi il tasto play e attacca la musica

La morte nel cuore - Graphics: Francesco Giannotti
La morte nel cuore - Graphics: Francesco Giannotti

Cause celate da fasci di buio.
Tessuti trafitti da colpi di punta.
Squarci svelati da fitte improvvise.
Nel cuore si espande la morte.

Rolling Stones

Doo Doo Doo Doo Heartbreaker

Kingston smoke

Photo and graphic: Francesco Giannotti
Photo and graphic: Francesco Giannotti

Toots

& the Maytals

Funky Kingston

Enri(co)lor Toti

Photo: Francesco Giannotti
Photo*: Francesco Giannotti
Photo and graphic: Francesco Giannotti
Photo* and graphic: Francesco Giannotti
Photo and graphic: Francesco Giannotti
Photo* and graphic: Francesco Giannotti

Le fotografie ritraggono particolari del sommergibile Enrico Toti conservato nel Museo della scienza e della Tecnologia di Milano. Sono state scattate con uno smartphone e alcune sono state elaborate digitalmente.

Post già pubblicato sul blog Cartelle Condivise

The Lumineers

Submarines