Rifugiati: altruismo o convenienza?

Per un miglior godimento del post, premi il tasto play e attacca la musica

Gabbiani
Photo: F. Giannotti

Sull’asilo ai rifugiati siriani io avrei una certa idea. Ve la dico.

L’improvviso cambiamento di rotta della Merkel a cosa potrebbe essere dovuto?

Provo ad analizzare i fatti secondo le mie conoscenze (che non sono di alto livello).
I profughi in questione sono Siriani.
A  leggere quello che scrivono i giornali, sembrerebbero istruiti e appartenenti alla classe medio alta del paese. Questo vuol dire che quando sarà destituito il regime di Bashar al-Assad, potrebbero essere quelli che parteciperanno alla ricostruzione e quindi la futura classe dirigente.
A detta del Presidente francese Hollande, è imminente un attacco della Francia contro la Siria e contemporaneamente ha annunciato di prendere 24 mila profughi (L’Italia naturalmente si defila, finchè non glielo ordineranno gli USA).
La Germania stanzia 6 miliardi di euro (quasi la metà di quelli stimati dall’ISTAT per il reddito di cittadinanza del M5S) e dice di accogliere 500 mila profughi l’anno.

Nel momento in cui per mano della Francia o di altri paesi, il dittatore siriano verrà destituito e i profughi rientreranno in Siria (perchè questi rientreranno quasi tutti), molti di loro potrebbero ricoprire ruoli importanti.

Quale sarà il paese più amico con il quale privilegiare gli scambi economici o di far partire la ricostruzione?

Quale sarà il paese benefattore che ha speso 6 miliardi per il popolo Siriano e che forse non avrà lanciato neanche una bomba che come sappiamo ammazza anche i cittadini che non c’entrano niente?
Non sarà certo l’Italia che li faceva sostare sul mezzanino della stazione di Milano Centrale, con grande impegno dei volontari ma con l’assenteismo dello stato centrale, impegnato a sprecare i soldi nei centri di accoglienza-prigioni adibiti per far arricchire gli amici degli amici sulle spalle dei profughi.

Sarà sicuramente la Germania. Da tener presente che la Siria non è certo un paese povero.

Bisca

Migrante
Annunci

Pubblicato da

delegointe

Architetto in modo non continuativo

3 pensieri riguardo “Rifugiati: altruismo o convenienza?”

  1. Quando l’ho scritto i Russi stavano andando “ufficialmente in Siria” da poco. La Germania aveva detto che voleva mezzo milione di rifugiati, seguita dalla Francia (con un numero minore). Le cose adesso sono un po’ cambiate. Assad rimarrà, forse l’Isis (finanziato dall’Occidente) pure, a meno che non sia proprio la Russia a sconfiggerlo. Questo post è nato riportando un commento che avevo fatto a un articolo sul Fatto Quotidiano. C’erano state anche delle repliche interessanti.
    Gli interessi in Siria sono molteplici, sia strategici (soprattutto per la Russia), che petroliferi (la Siria al contrario di come si credeva una volta ha molti giacimenti), inoltre c’è la solita guerra per il passaggio degli oleodotti.
    Ti ringrazio comunque per il commento e quando vuoi, per un confronto di opinioni, sei il benvenuto.

    Mi piace

Replica a questo commento...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...