Giornalista cane partorisce cuccioli di anatra

Per un miglior godimento del post, premi il tasto play e attacca la musica

cucciolo-di-anatra

Ieri sul sito del Fatto Quotidiano TV ho visto un articoletto che mi ha fatto ricordare “Studio Aperto” di Italia 1 che ero costretto a sorbirmi ogni giorno al ristorante dove andavo a mangiare fino a poco tempo fa. Là non mancava mai il servizio sul cane o sul gatto o qualsiasi altro animale. Mi sono incuriosito per vedere fino a che punto fosse caduto in basso il Fatto quotidiano.
Ho visto poi che un senso ce l’aveva. La notizia era basata sulla risposta che Lega britannica per la protezione dei volatili aveva dato in seguiti alla segnalazione di alcuni anatroccoli caduti in un tombino.

Prima lo starnazzio di mamma anatra, poi, capita la situazione, la telefonata alla Rspb, una sorta di Lega britannica per la protezione dei volatili e la risposta che non ti aspetti: “Lasciamo che la natura faccia il suo corso”. Ma Gary Bartoszewski non ci sta a vedere una decina di anatroccoli morire nelle fogne, per giunta nel parcheggio di un centro commerciale del Doncaster in Gran Bretagna. Così aguzza l’ingegno e grazie a un retino da pesca per bambini restituisce i cuccioli alla madre. Inutile dire che il video è diventato un caso in Rete.  (Vai alla fonte)

La cosa più sconvolgente è il titolo che il giornalista o pseudo tale ha dato all’articoletto:

Cuccioli di anatra cadono in un tombino: un uomo li salva grazie a retino da pesca

Elio

E Le Storie Tese

Nella Vecchia Azienda Agricola
Annunci

Pubblicato da

delegointe

Architetto in modo non continuativo

15 pensieri riguardo “Giornalista cane partorisce cuccioli di anatra”

    1. La notizia dell’articolo è la risposta dell’ente protezione uccelli che quando gli viene detto che sono caduti nella caditoia, risponde “Lasciamo che la natura faccia il suo corso”. Che c’entra il tombino con la natura?
      Per il titolo bastavava scrivere pulcini d’anatra che è il termine corretto. Cucciolo si usa per i mammiferi. Non ti pare?
      É come dire: “lo stagno è pieno di cuccioli di rana”.

      Mi piace

    1. Si poteva scrivere anche anatroccoli, anche se in genere i pulcini sono i piccoli dei gallinacei e per estensione quelli di altri uccelli. Il dizionario dice anche che il cucciolo è il piccolo del cane e per estensione quello degli altri animali, ma usare la parola cucciolo per gli uccelli mi sembra strano. Diciamo che il titolo è sbagliato e l’articolo non è il massimo. Spero che non ne sia stato contagiato anche il post.

      Mi piace

  1. Cambiando gli addendi il prodotto nn cambia.
    Sono felice per i “piccoli” così ingegnosamente salvati.
    Io lo scorso mese in piena città Ho trovato un ‘cornacchiotto’ nn ancora in grado di volare…10 gg e viaaa😀
    SherabuonADOMENICA

    Liked by 1 persona

      1. Sì nutrito io con il macinato cotto di Sally e vedessi come quando mi avvicinavo spalancata il becco tutto arancione. Tenerissimo. Se ti interessa e vai i dietro di qualche post racconto la storia!

        Mi piace

Replica a questo commento...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...